Associazione Culturale Annapurna
Ginnastica e Yoga da 0 a 90 anni

Annapurna dea del pane quotidiano e del nutrimento. Epiteto di Parvati, moglie di Shiva. Il saggio Narada le insegnò come persuadere il popolo a donarle offerte in cibo così che, quando Shiva tornò a casa affamato, lei poté soddisfarne l'appetito. Il dio le fu talmente grato che l'abbracciò fino a diventare un solo essere con lei. Annapurna ha dato il nome ad una delle montagne più alte del mondo.

Annapurna (8.091 m) è stato il primo "ottomila" conquistato dall'uomo. La scalata dell'Annapurna costituisce il fiore all'occhiello del moderno alpinismo Himalayano. Messner dice: "la vita lassù è fatta di disperazione, bufera, gelo. Però dopo la conquista tutto passa".

Così lo Yoga è una disciplina lunga e difficile ma i frutti premiano la fatica con la pace interiore e l'illuminazione.

L'Associazione Sportiva Culturale Annapurna, con sede a Genova in piazza Leopardi 13 R, ha lo scopo di promuovere, sviluppare, coordinare iniziative per rispondere ai bisogni di attività motoria e sportiva di tutti, in particolare dei lavoratori, dei giovani, delle donne, dei bambini e degli anziani.

L'Associazione si propone altresì di diffondere la conoscenza e la pratica dello Yoga e di altre discipline orientali ed occidentali che accrescono la salute e l'armonia dell'uomo inteso come corpo, mente e spirito; nonché di promuovere, sostenere ed attuare tecniche e sistemi utili all'integrazione dell'uomo in se stesso e nell'ambiente sociale.

Lo Yoga, infatti, integra e lavora tutti gli aspetti della personalità umana, dà regole morali universali per il rispetto di se stessi e degli altri, lavora il corpo in ogni sua piccolissima parte, migliora il respiro che è il soffio vitale capace di rendere cosciente, luminosa e positiva la nostra vita; è capace, con le sue semplici e raffinate tecniche, di staccare la mente dalle fatiche quotidiane e di concentrarla su un punto specifico, aiutando a migliorare il rendimento lavorativo, dando pace e calma alla mente con le tecniche della meditazione ed è in grado di far ritrovare a tutti il proprio centro, la propria dimensione, la propria serenità con l’apertura del cuore verso gli altri.

Anche nelle scuole, sia elementari che superiori, sarebbe opportuno l’insegnamento dello Yoga: infatti questa scienza millenaria è un vero e proprio balsamo per il corpo, la mente e lo spirito e sarebbe utilissimo allo sviluppo armonioso della personalità degli alunni. Bisogna ricordare che anche i ragazzi giovani presentano tanti disturbi dovuti alle cattive posture ed all’ansia che provocano tensioni su tutto il corpo o su parti specifiche, mancanza di memoria, insonnia, disturbi della concentrazione, aggressività, depressione, insicurezza, ecc.

Lo Yoga infatti sviluppando la nostra dimensione interiore, ristabilisce il senso di sacralità della vita e dell’ambiente ed insegna a tutti l’equilibrio, la calma, la pace, una serena visione del mondo e l’amore universale.

Maria Negrini è socio fondatore e Presidente dell'Associazione Sportiva Culturale Annapurna. E' nata a Brescia da Marta, una mamma generosa e allegra che le insegna la forza d'animo, la pazienza, l'aiuto disinteressato agli altri, la fede e le doti di energia guaritrice che tutte e due hanno verso le persone che soffrono e che comunicano a quelli che stanno loro vicino. Il papà Angelo, che aveva una grande sartoria civile e militare a Brescia, era una persona di alte doti morali. Le ha insegnato la disciplina interiore, il rispetto degli altri e di tutte le forme viventi, il valore del lavoro, la responsabilità ed il valore della famiglia.
Maria lascia Brescia giovanissima per studiare a Roma, consegue il diploma ISEF con 110 e lode ed insegna 15 anni in Licei Scientifici, scuole medie e superiori di Brescia, Roma e Genova, e frequenta innumerevoli corsi di specializzazione tra cui:

Atletica leggera Corso nazionale per istruttori alla Scuola Nazionale di Formia

Ginnastica Jazz  

a l'Ecole Federal des Sports a Macolin (Svizzera) con Fernando Damaso

Danza Jazz con Hans Forrer in Svizzera e Serge Alzetta a Parigi
Afro Jazz con Gerald Wilson a Berna e Uschi Yanowsky a Biel

Flamenco  

con José de Udaeta, famoso ballerino, a Madrid e Barcellona

Body Music e percussioni con Reto Weber a Biel
Mimo al Teatro Dimitri di Verscio (Svizzera)
Claquette con Karin Albrecht a Macolin

Massaggio reflessologico del piede
Massaggio sportivo e californiano
Corsi di estetica

presso l'Associazione Nazionale Nouvelles Estetique a Milano

Massaggio Ayurvedico indiano
e nascita dolce

con Frédérik Leboyer in Francia ed a Milano
Rebhirting, psicologia e
linguaggio del corpo
con Willy Pasini a Milano
Antiginnastica con Thérèse Bertherat in Francia

Nel frattempo vive a Genova, si sposa ed ha tre bellissimi figli: Riccardo, Petra e Brunello. Ama la natura e gli animali (soprattutto le sue gatte Ami, Ugo e Tuffola) considerati come parte essenziale del creato, scrive poesie che non pubblica e favole per il bellissimo nipotino Sebastiano di 2 anni e mezzo, compone quadri di Brut Art che piacciono solo a lei; ha una personalità artistica multiforme, molto allegra che sparge intorno a sé ed anche discreta ironia.
E' da tantissimo tempo appassionata e studiosa di Yoga tradizionale indiano. Frequenta a Milano uno dei primi corsi all'istituto Yoga di Carlo Patrian, un precursore ed una autorità in questo campo in Italia, e lì conosce molti maestri indiani con cui mantiene rapporti e corrispondenza. In particolare segue gli insegnamenti di Swamiji YogaSwarupananda del Divine Life Society di Rishikesh Himalaya e Sri Sri Sri Satchidananda, lo Yogi silenzioso di Madras. Incontra annualmente questi ed altri maestri in Italia, nel suo centro, o in India, presso i loro ashram, da più di 13 anni.
Attualmente Maria insegna la sua ginnastica che ha chiamato "infinita" proprio perché è una ricerca continua nel centro Annapurna ed insegna Yoga a molti bravi allievi di tutte le età, appassionati e stimolanti che l'hanno portata a convogliare tutte le sue esperienze nel corso per insegnanti Yoga nato da 2 anni dal loro interesse.
Ora tutte queste energie vogliono diffondere un messaggio di pace, di aiuto reciproco per costruire un cerchio di forza spirituale che aiuti tutti ad affrontare serenamente la vita.

Per ulteriori informazioni associazione@annapurna.it


Torna alla pagina iniziale Vai a Attività dell'Associazione Vai a Maestri Indiani Vai a Seminari Vai ai Consigli di Maria