Associazione Culturale Annapurna
Ginnastica e Yoga da 0 a 90 anni

I consigli di GENNAIO

Iniziamo con il contatto con la natura, per dare stabilità al nostro corpo e rendere forti i piedi che sono le nostre radici.

Tadasana - La montagna

Tada = montagna            Asana = posizione


Paolo esegue questa posizione in Irlanda nello splendido paesaggio delle Cliffs of Moher; Martina, 5 anni, e Andrea, 6 anni, in palestra qualche anno fa. E' una posizione molto semplice ed ai bambini piace molto.
Tecnica = unite piedi ginocchia e cosce, corpo dritto, braccia lungo i fianchi o leggermente aperte, spalle rilassate, occhi chiusi. Visualizzate una montagna davanti a voi, una montagna amica, che conoscete, e sentitevi stabili e forti come le montagne. Fate scorrere lungo le vostre braccia, i pendii della montagna, tutte le cose che volete allontanare dalla vostra vita o dalla vostra giornata, sentite i piedi stabili e la testa leggera e fresca come le cima della montagna e diventate voi stessi la montagna nella vostra vita.
Benefici = rinforza la base, i piedi, e alleggerisce la mente. E' un rilassamento in piedi.

 

Vrksasana o Vrikshasana - L'albero

Vrksa o Vriksha = albero            Asana = posizione


Petra sente l'allegria dell'albero in India con i bambini indiani sulle rive dell'oceano e nelle montagne Svizzere immersa nella natura. Marisa esegue la posizione in palestra con le mani in preghiera tra le scapole.
Tecnica = con calma portate il peso del corpo sul piede destro, fissate un punto all'altezza dei vostri occhi, fate un bel respiro profondo, appoggiate il piede sinistro al ginocchio le prime volte ed in seguito alla coscia, portate le mani unite sopra il capo nella posizione della preghiera. Respirate tranquillamente dal naso e rimanete in posizione quanto potete. Ripetete con calma dalla parte sinistra.
Benefici = le vostre gambe e piedi diventeranno più forti, la schiena e la colonna vertebrale più stabili e la mente più serena ed equilibrata. L'equilibrio esterno corrisponde all'equilibrio interno. Posizione adatta a tutti particolarmente indicata per le persone senza energia, stressate, con gambe deboli e mente stanca. Ripetete questo esercizio ogni giorno in un momento di calma della vostra giornata.

 

Utthita Trikonasana - Il triangolo

Utthita = esteso            Tri = tre         Kona = angolo


Petra esegue questa posizione respirando il mattino l'aria di Nervi (GE) e Maria la esegue sulla neve respirando l'aria buona della Val Fiscalina. Irene le esegue perfettamente all'ottavo mese di gravidanza (ha praticato per molti anni Yoga).
Tecnica = da Tadasana ( la montagna) aprite la gamba destra in fuori (la larghezza tra i piedi è maggiore delle vostre spalle, circa 1 metro), girate il piede destro in fuori mentre il piede sinistro è leggermente spostato verso destra; inspirando portate le braccia all'altezza delle spalle, palmi delle mani verso il basso; espirando flettete il busto a destra portando la mano destra verso il piede destro, a seconda delle possibilità. Il braccio sinistro rimane il alto, palmo della mano in avanti, aprendo bene il torace ed in linea con il braccio destro. Lo sguardo le prime volte è verso il pavimento, poi in avanti, in seguito la testa si gira dolcemente e lo sguardo va verso il pollice in alto. Rimanete in posizione e respirare, mantenendo il corpo elastico e morbido da pochi secondi a qualche minuto. Inspirando ritornate lentamente e ripetete sul lato opposto.
Benefici = elasticizza la muscolatura delle gambe, toglie la rigidità al bacino ed alle spalle, massaggia gli organi interni, sveglia l'intestino pigro, sviluppa il torace, toglie la tensione al collo ed alla schiena.

 

Utthita Parsvakonasana - Posizione laterale distesa ad angolo

Utthita = esteso            Parsva = lato         Kona = angolo

Petra esegue la posizione
Tecnica = Partendo da Tadasana, la montagna, fate una profonda inspirazione e divaricate le gambe, portate le braccia all'altezza delle spalle, palme delle mani in giù, girate il piede destro lateralmente ed il sinistro leggermente verso destra. Espirando, piegate la gamba destra al ginocchio, in modo che il ginocchio sia perpendicolare al tallone; la gamba sinistra resta tesa. Poggiate la mano destra a terra vicino al piede destro ed il braccio sinistro va vicino all'orecchio continuando la linea del busto. La testa resta in linea, lo sguardo alla mano. La concentrazione alla colonna vertebrale che viene stirata ed allungata; respirate profondamente sempre dal naso. Restate in posizione da mezzo minuto ad un tempo più lungo, se già il corpo è allenato; poi raddrizzate la gamba destra ed alzate le braccia inspirando ed espirando ritornate nella posizione Tadasana. Prima di ripetere dal lato opposto fate qualche respirazione nella posizione Tadasana.
Benefici = tonifica le caviglie, ginocchia, cosce. Sviluppa il torace, corregge i difetti della schiena e delle spalle. Migliora il funzionamento dell'intestino e la digestione, massaggia gli organi interni.

 

I consigli di FEBBRAIO

 

Per ulteriori informazioni associazione@annapurna.it


Vai ai Consigli di Maria